Mag 21

Merano: resoconto di lunedi' 21 maggio 2018

 ( Foto Press Arigossi )Un bagno di folla ed un clima ideale hanno fatto da splendida cornice al quadro d'apertura della stagione ippica all'ippodromo di Maia. Una overture davvero speciale, per numeri, contenuti e prospettive, delle quali hanno potuto prendere atto le tante componenti intervenute, i rappresentanti delle istituzioni locali e nazionali, gli sponsor, i partners e la moltitudine di appassionati. La prova al centro del pomeriggio inaugurale chiamava a raccolta gli steeplers anziani nel Premio Val di Non ed un nome era sulla bocca di tutti, sin dal suo acquisto in terra di Francia. Il bel grigio Capivari già al tondino di presentazione lasciava trasparire i tratti e le doti atletiche che ci si può attendere da un saltatore di tal spessore. Ma come spesso avviene il destino interviene nelle vicende non solo umane, ma anche nelle competizioni, nel caso specifico delle corse. Josef Vana jr, il fantino del team Aichner/Vana si infortunava appena mezz'ora prima di salire su Capivari, restando coinvolto in una caduta di un cavallo che precedeva il suo Marywil. Ferita all'arcata soprciliare ed allo zigomo, il verdetto medico, e giornata agonistica finita per Pepi Vana. Conseguenza immediata l'improvvisazione di Dominik Pastuszka, chiamato a sostituire lo sfortunato jockey in sella al gran favorito. Percorso piuttosto pulito per Capivari, chiamato essenzialmente ad un test sugli ostacoli alti, ma proprio il destino dopo aver tolto al team Vana la chance del fantino di punta, interveniva ancora, mettendo in gran risalto il vero e proprio gregario di scuderia. Il buon Home Please, coraggioso apripista dei più forti compagni di colori in varie corse di buon livello, non ultimo la più recente edizione del Gran Premio Merano Alto Adige dove svolgeva al meglio il suo scomodo ma utilissimo compito in quel giorno di fine settembre, metteva in campo una prestazione tutto cuore. Subito in vantaggio a menare la danza nelle mani di Jiri Kousek, pulito sui salti e puntuale pacemaker, Home Please portava a casa la vittoria anche dopo aver subito duro attacco da parte del cresciuto Almost Human, invero passato anche dopo l'ultima siepe. Ma oggi era il giorno del gregario ed Home Please rientrava con grinta per vincere gran bella corsa. Dietro ai due bella prestazione di Alcydon Fan infine prevalente con buon allungo sull'atteso Capivari, del quale attendiamo sin da ora la prossima esibizione. Recently Acquired confermava il dubbio circa il suo scarso gradimento per la pista meranese.

Nell'altra prova sullo steeple, in questo caso per i cavalli di 4 anni, il Premio Valle Aurina, un'andatura probabilmente eccessiva per saltatori di cosi scarsa esperienza, rendeva la prova sin troppo selettiva per l'incedere di Ne Pas Subir, spentosi al dunque. Il saltatore di classe del campo Saxo Sol aveva infine buon gioco a raccogliere i frutti complice anche la caduta dell'attesa novità Haad Rin. Un altro cavallo comunque della Reppublica Ceca terminava buon secondo, Fly Filo Fly, per un bell'en plein del training di Josef Vana

L'affollata prova per novizi invece non lasciava dubbi in alcuno per la bella prova di forza di Balashakh che riportava in auge i colori della Stall Magog per il training di Paolo Favero. Subito deciso leader nelle sicure mani di Josef Bartos, questo buon prospetto faceva selezione per staccarsi netto in arrivo sulla femmina Haruza, novità di Gregor Wroblewsky, unica a tentare un timido avvicinamento. Terzo il dormelliano Dalton finito bene alla distanza.

Nella prova sulle siepi Premio Suedtiroler Haflinger Sportverein, arrivo spettacolare e trascinante nel quale Desperados, allievo della scuderia Allegria al quale il tracciato di Maia calza a pennello, riusciva con ardito finale a rimontare metro dopo metro un encomiabile Anima Mundi sul quale Josef Bartos già pregustava il doppio in giornata ma infine trafitto dal grintoso finale di Davide Columbu in sella all' "allegro" Desperados . Terzo Desertmore Hill, su standard più che valido.

Nelle prove in piano ancora un trionfo per Troppo Forte in condizioni atletiche spettacolari alla bella età di 10 anni con Claudia Wendel, insuperabile per Mauriac e Poolstock. Quattordicesima vittoria in carriera per il portacolori italo/svizzero della Adel. Attesa la vittoria per Point Blank nella corsa Tris di giornata, invero caratterizzata da una serie di circostanze sfortunate che ne hanno ridotto il campo di partenza, sicuro a traguardo nelle attente mani di Riccardo Belluco sul preannunciato rivale Bonys. Primo risalto infine in carriera nella conclusiva corsa per purosangue per il gentleman rider Lorenzo Chieregati e prima vittoria del suo Miron, per il training di Gianluca Bastianelli. Per entrambi giornata da ricordare, e lo stesso per i fortunati e abili appassionati che hanno indovinato una trio da oltre 4000 euro.

Molto seguite come sempre le prove per cavalli Haflinger, patrocinate da Haflinger Sportverein e come sempre coordinate da Scuola Ippica Italiana, che dopo la disputa di due batterie in apertura di pomeriggio, hanno vissuto il momento clou con la finale loro riservata. Vittoria per Pia Maria dopo arrivo combattuto.

L'immagine e' stata fornita da © FOTO PRESS ARIGOSSI

Questa news è stata letta 311 volte dal 21 Mag 2018