Set 28

Arcoveggio: le corse di domenica 30 settembre

Bologna ArcoveggioUna domenica dall’elevata caratura tecnica proietta Bologna e l’Arcoveggio ai vertici del trotto internazionale con la disputa del 70° Gran Premio Continentale e dell’omologo in rosa, il Gran Premio Continentale Filly, prove dal prestigioso Albo D’Oro che si disputeranno rispettivamente sulla media e breve distanza e che sono accomunate dal medesimo numero di partenti, ben undici, mentre tra le dieci corse in programma brillano le sfide abbinate al Memorial Vincenzo Gasparetto, giunto alla sua diciannovesima edizione.

La kermesse vivrà il suo prologo alle ore 15.00 ed avrà nella leggenda del trotto italiano Giancarlo Baldi l’ospite d’onore della giornata, con il driver degli indimenticati campioni Hurst Hanover, Timothy T, Carosio, Dosson giusto per citare alcuni dei più noti, premiato per la sua eccezionale carriera, di cui verranno esposte alcune memorabilia in una sala allestita all’uopo nei pressi della tribuna.

La disamina tecnica del palinsesto festivo, parte, noblesse oblige, dal GP Continentale, doppio chilometro ambito dai migliori cadetti in attività che, nel corso delle sue 69 edizioni sin qui disputate, ha premiato soggetti del livello di Record Ok, Varenne, Nesta Effe e ha nel vincitore dell’edizione 2017 Urlo Dei Venti il detentore del record, limite europeo sulla media distanza in pista da 800 metri, di 1.11.5, con un autentico parterre de roi ad inseguire il gradino più alto del podio e mettere in serio pericolo la leadership cronometrica del campione toscano, grazie alle presenze del capolista indigeno della generazione Vitruvio, della giumenta francese Epona Du Passage, e di soggetti in eccezionale progresso come Voltaire Gifont e Victor Ferm, senza trascurare il sorprendente Very Joy, rivelazione estiva di scuola campana.

Il GP Continentale Filly si prefigura come sfida tra giumente dalla classe cristallina, grandi guidatori e affermati training team, con il mattatore del momento, Alessandro Gocciadoro presente con due pedine, Virginia Grif e Visa As, quest’ultima affidata a Pietro Gubellini, mentre il teutonico Holger Ehlert propone Vanguardia e Vanatta rispettivamente guidate da Antonio di Nardo e Roberto Vecchione, ma la palma del favorito va al team diretto da Paolo Romanelli e a Viscarda Jet, solida performer che Ferdinando Pisacane guiderà da par suo facendo tesoro dell’eccellente collocazione tattica e della forma al top detenuta dalla cadetta di stanza a Torviscosa.

Nel nome di Vincenzo Gasparetto, talent scout dai natali bolognesi cui si devono le scoperte di autentici campioni Usa come Wayne Eden, College Record e Song And Dance Men, si sfidano alcuni dei migliori soggetti in attività sulle piste italiane, divisi in due batterie programmate sulla breve distanza e dalle quali scaturiranno gli otto binomi finalisti, con Utopia Luis, Teodora Caf, Tirita e Roberta Zack in grado di staccare il pass nella prima eliminatorie e Rugiada Sms, Uragano Stecca, Stella di Azzurra e Satanasso Fi in quella successiva.

Le altre -belle- corse:
Il pomeriggio sarà aperto dai puledri di due anni, in sei sui due giri di pista e con Axl Rose chiamato a ribadire il recente successo romano trovando in Vp Dell'Annunziata partner ideale per svettare sugli agguerriti compagni di avventura Arcabuss, con Bellei e Ania Rich, proposta di Edoardo Baldi; poi, alla seconda il testimone passerà ai gentleman con Zora Tor e Lorenzo Alessi favoriti di misura su Zanzibar Wise As e Federico Rescio, mentre il lesto Zagreb Trio e Patrik Romano si candidano al podio.

Plebiscito per Uptown Kronos alla quinta corsa, con il cinque anni della coppia Rizzo/Gubellini chiamato ad inseguire il probabile battistrada Tango Quick, guidato dal rientrante Gianvito D’Ambruoso, mentre per Ubiratan Hp e Bellei si potrebbero schiudere le porte del podio.

Alla settima, Premio Rag. Emilio Fregni, cronometri bollenti, grande equilibrio e curiosità per il nuovo corso di Zingara Del Pino, oggi in versione Bellei, contrapposta ad avversari assai temibili come Zeus Stecca, con Vp, Zero Nof, presentato da Edoardo Baldi e Zenny Cup, velocista di Gianni Targhetta che farà tesoro dello steccato per inseguire il podio.

In attesa della Finale del XIX Memorial Gasparetto, posto come decimo ed ultimo appuntamento del pomeriggio, andrà in scena la maratona-handicap sui tre giri di pista che vede schierati alcuni specialisti di livello, da Troppo Bella, presentata dal nuovo allenatore Gocciadoro, al tredicenne Lotar Bi ed il suo fido interprete Alessandro Raspante, sino agli estremi penalizzati Primavera As e Talete Deimar, tutti in corsa per la vittoria.


Molte le attrattive anche a bordo pista, prima fra tutte il ritrovo di Amici & Tifosi Ferrari -The Owners Club-Scuderia Red Passion Italy con le loro mitiche auto per sostenere le Onlus AEER e OPIMM (Associazione Epilessia Emilia Romagna e Opera dell'Immacolata in Bologna). Presente anche l'AEROCLUB di Lugo, che celebra l'asso dei cieli Francesco Baracca, colui che per primo fregiò col "Cavallino Rampante" la carlinga degli aerei con i quali compiva le sue ardite imprese.

Poi la Mostra di Giubbe prestigiose "Nei panni di un Campione", il "Battesimo della sella" per i bambini con il Pony Club Fiorello del Pradazzo, l'HippoTram per fare un giro nell'area Scuderie, i Maxigonfiabili nel verde Parco Giochi dell'Ippodromo e le Animazioni "Alla Scoperta dell'Ippodromo e della sua Storia", ed a concludere il pomeriggio un Brindisi per tutti gli spettatori al vincitore del 70° GP Continentale.
PROGRAMMA SINTETICO
FAVORITI

Questa news è stata letta 545 volte dal 28 Settembre 2018