Ott 5

Arcoveggio: resoconto di giovedi' 4 ottobre 2018

Arcoveggio BolognaIl Criterium consacra Alouette. San Petronio alle corse in via di Corticella, con un discreto numero di bolognesi presenti in tribuna, complici la bella giornata di sole, la festa del Santo Patrono e un accattivante palinsesto sportivo su cui campeggiava il Criterium Arcoveggio, ex semiclassica autunnale depotenziata a ricco clou e riservata ai puledri di due anni. Rimasti in otto per i ritiri di Alexandra Lux in mattinata e di American San nel primo pomeriggio, i protagonisti del Premio Giorgio Ianiri hanno dato vita ad un miglio costellato di errori con gli attesi Athena Grif e Aleandro Zs a tabellone, mentre Amarena Jet ha condotto sino al mezzo giro finale crollando inesorabilmente sotto gli attacchi di Alouette che in 1.17.2 e per la regia di un accorto Edoardo Baldi, ha facilmente disposto di Alabama Op e Albareta Cla, dando il la al secondo el plein stampo toscano della giornata.

Apertura per i tre anni sulla breve distanza, con i favoriti Zeroincondotta Op e Federico Esposito a segno in 1.15.5 battendo in open stretch la leader iniziale Zeta Spritz e la movimentatice Zoara’s Club, lontani gli altri, vittime di errori o palesemente inferiori ai primi tre arrivati.
Alla seconda, gentleman in sediolo a dieci cadetti e sorprendente vittoria di Voilà Bi e Francesco Accorrinti dopo accorta tattica d’attesa e scatto perentorio ai duecento finali per aver ragione a fil di palo del netto favorito Very Good Sf e del battistrada Voldemort Nal a media di 1.15.5, con il podio tutto di marca toscana.
Terza del pomeriggio, un affollato miglio per anziani abbinato alla tris nazionale, con il betting rivolto allo scattista Putnik D’Aghi, allievo di Andrea Sarzetto guidato dal proprietario Otello Zorzetto, vittima però di un improvviso ed irrimediabile svarione dopo un giro di gara imitato da Vania Del Ronco che lo seguiva alla corda e vittima di una scorrettezza da parte di Regina Kosmos, virtuale seconda sul traguardo dietro a Uhaveadream, ma distanziata dalla giuria a vantaggio di Vaciglia e Ulena Gual.
Assai chiacchierato alla vigilia, Ser Giti ha fatto propria la quarta vincendo con irrisoria facilità dopo essersi sobbarcato onerosi passaggi esterni, media di 1.15.6 per l’allievo di Francois Conigliaro e piazze d’onore appannaggio di Urrà Jet e Sissy Muttley, mentre alla quinta ancora uno Zero In Condotta a segno, questa volta senza suffisso, con l’allievo della connection Cesare Ferranti\Matteo Restelli brillante autore di un miglio all’avanguardia vinto in 1.16.8 su Zolà Dei Greppi e Zarina D’Amore.
Chiusura con la maratona sui tre giri di pista riservata ad esperti anziani, corsa dal betting equilibrato che l’ospite piemontese Tuono di Venere ha riportato vittoriosamente grazie ad una precisa gara d’attesa del suo improvvisatore Marco Stefani, che l’ha mantenuta in scia allo scatenato compagno di schieramento Uragano Fks, per poi scattare ai cento metri finali e passare sull’avversario ancora secondo di misura nei confronti del favorito Ronaldo Grad, il tutto a media di 1.17.0 .

Appuntamento a domenica 7 alle 14.30 circa, con le corse dedicate all'Associazione Nazionale dei Vigili del Fuoco e "Pompieropoli" per i bambini.

Questa news è stata letta 243 volte dal 5 Ottobre 2018