Ott 9

Arcoveggio: le corse di giovedi' 11 ottobre 2018

Ippodromo ArcoveggioTris-Quartè-Quintè Maratona clou nel giovedì della memoria. Riunione di metà settimana nel segno degli anziani all’Arcoveggio, con 14 specialisti impegnati in un intricato handicap programmato sulla severa distanza dei 2400 metri, abbinato alla Tris-Quartè-Quintè Nazionale ed impreziosito dalla presenza di notevoli individualità ed inserita in un simpatico contesto che ricorda, in tutte le sette corse pomeridiane, validi performer attivi fino a qualche tempo fa sulla pista bolognese.
Il clou, collocato in coda al convegno, si correrà nel nome di Illy Pan -campione in fieri plasmato da Moreno Maccagnani mai espressosi compiutamente a causa di frequenti problemi di carattere fisico- con una vasta rosa di candidati al successo, dall’avvantaggiato Urlo D’Ete, che VP Dell’ Annunziata guiderà personalmente lasciando l’altro suo allievo, Tom Ford Bi, alle abili scelte tattiche di Roberto Andreghetti, all’agguerrita partnership Ribot Zs/Marjo Natynki, spesso in vista al trotto montato ma temibili anche “all’attelè", mentre a quota meno venti metri spiccano quelli che con ogni probabilità saranno i movimentatori della contesa, il grintoso Tomos D’Aghi - appassionati colori felsinei, training danese e guida di Federico Esposito - l’affidabile Vanto Op, proposta di Edy Moni, l’ex primaserie Sansone Bar, improvvisato da Natale Cintura e le due giumente Persiade Lans e Topola Op, affidate rispettivamente a Roberto Vecchione e Andrea Farolfi. Forma al top ma sistemazione difficile per Rugiada Sms, l’estrema penalizzata che, dopo essersi ben disimpegnata durante l’estate cesenate, ha partecipato al Memorial Gasparetto brillando nella batteria e subendo evenienze tattiche sfavorevoli in finali; oggi ritrova Gianvito D’Ambruoso ed il podio pare essere l’obiettivo di giornata.
Alle 15.25 scenderanno in pista per la prima corsa, Premio Como Nes, le puledre di due anni, in nove sulla breve distanza con l’ospite brianzola di casa Rocca, Asia Three, in grado di tornare al successo contro la già esperta Ambra Grif, che Battista Congiu affida a Vp, e ad Aura Club Mail, con Natale Cintura ad inseguire al quinto tentativo, la prima vittoria in carriera.

Alla seconda, nel nome del veloce Dustin Bi, nastri e doppio chilometro selezioneranno con severità le chance di Zarevic Blessed, Zen Baggins e Zaira, i più attesi del lotto guidati rispettivamente da Roberto Vecchione, Lorenzo Baldi e Andrea Farolfi.

Ancora la leva 2015 in pista per la terza corsa, cambiano distanza, categoria di driver e caratura dei protagonisti, con i due giri di pista ad impegnare i gentleman nel premio Gerus Rob che Zaffiro Fb e Lorenzo Alessi correranno da plebiscitari favoriti contro i corregionali Zefir delle Badie e Paolo Bellucci, nonché contro lo stacanovista romagnolo Zemellino ed il suo allevatore e proprietario Giusppe Rizzo, poi sarà il turno dei cadetti ricordare l’eccellente Fu Mattia Pascal in un miglio sul quale campeggia la coppia Volt Deimar/Vecchione, preferiti per la collocazione tattica al grintoso binomio Vortice Leo/Marco Stefani e agli affiatati Valpicetto Jey/Andrea Farolfi.

Alla quinta il premio dedicato a Contratto, ennesima realizzazione del compianto Carlo Rossi che corse sino ad undici anni per i colori dei bolognesi Ansaloni vincendo oltre 300.000 euro, con dieci anziani dietro le ali dell’autostart e tre candidati al successo, Sissy Muttley, Taikon e Tamigi dei Greppi.

Per chiudere con la sesta, altro miglio per esperti performer d’annata, che ricorda il tredicenne Larice e offre ai coetanei Ursus Tft, Unabomber Cup Unika, una seria chance in ottica podio.

Appuntamento successivo domenica 14 ottobre dalle ore 14.30 circa.

Questa news è stata letta 307 volte dal 9 Ottobre 2018