Nov 9

Arcoveggio: resoconto di giovedi' 8 novembre 2018

Ippodromo BolognaZeus Stecca vince tra i giovani in 1.13.7 e Typical Roc fa sua la TQQ. Una caldo sole ed un cielo terso fuori stagione, hanno fatto da cornice al secondo giovedì novembrino all’Arcoveggio, parentesi infrasettimanale che aveva nei tre anni i protagonisti della prova più ricca e vedeva gli anziani in lizza per la TQQ in un handicap dedicato alla memoria di Cristina ed Eros Martelli.

Clou corso all’insegna della velocità con l’indiavolata Zarrazza Italia leader dopo breve lotta con Zodiac Roc e poi inopinatamente di galoppo all’ingresso della dirittura coinvolgendo anche gli attaccanti Zar Dangal (favorito a 3/10) e Zeno Tab. Vittoria rocambolesca quanto meritata per l’ospite Zeus Stecca guidato con giudizio da Vp Dell'Annunziata, a segno in un siderale 1.13.7 nei confronti di Zefiro Gual e del rimesso Zeno Tab, assai sfortunato ma professionale nel tornare in tempo utile tra i premiati, completati dal solo Zimmerman.

Alle 18.30 sono scesi in pista i partecipanti alla TQQ, maratona sui tre giri di pista caratterizzata da un grande equilibrio tra i diciassette con Typical Roc e Tuono Lunare a dividersi il pronostico e la femmina della Sant’Eusebio guidata dal giovane Filippo Rocca ad incaricarsi dell’andatura dopo brillante partenza dal primo nastro, schema che la sei anni figlia di Varenne ha interpretato al meglio vincendo per dispersione in 1.15.2 su Top Gun America,Teseo Gas, Rotokat e Tabor Caf. Alla luce di un arrivo che vedeva soggetti assai attesi nelle prime due posizioni ma estremi outsider sul podio e nel marcatore, quota trio di 1.159 euro ma quartè e quintè ad arricchire i rispettivi i jackpot oltre i 10.000.

Prima sfida del pomeriggio, un miglio riservato agli anziani in sediolo ai quali si sfidavano gli aspiranti allievi, le nuove leve del trotto tricolore ben rappresentate dai primi tre classificati, Tommaso Gambino, Simone Mollo e Carmine Piscuoglio, partner rispettivamente di Solvalla Race, Sveva del Ronco e Tom Ford Bi, con la femmina di training marchigiano a segno in 1.16.0 sugli avversari, mentre alla seconda il testimone passava ai puledri con la plebiscitaria favorita A Sexygirl Par vincente in 1.16.3 su Athena Dei Veltri e Amarcord Lg per un en plein degli ospiti sui deludenti rappresentanti della forma locale.

Ancora una vittoria per un binomio al betting, è accaduto alla terza, un miglio riservato alle leva 2015 e ai gentleman, con Zecora Joy e Matteo Zaccherini facili alla meta sulle coppie Zaffiro Como/Monti e Zemellino/Rizzo, dopo percorso all’avanguardia chiuso in un brillante 1.15.6; poi, cadetti dalla comprovata esperienza agonistica in azione sulla breve distanza e bel risalto per il grintoso Virco Jet, progredito allievo di Natale Cintura che ha debellato le strenue resistenze della leader Virginia Trio passando in prossimità del palo assurgendo alla media di 1.16.1, mentre il trascurato Vento da Barco ha completato il podio.

Soggetti di 5 e 6 anni dato vita alla sesta corsa, due i giri di gara e vittoria dopo percorso all’avanguardia per il binomio favorito Ulrike del Ronco/Antonio Greppi che in 1.15.4 sono sfuggiti al serrate di Ulrica Many e Andrea Farolfi con il giuliano Jonathan Benfenati e Tutankamon a coglier e un meritato terzo posto.

Prossimo appuntamento all'Arcoveggio domenica 11 novembre alle 14.30 circa.

Questa news è stata letta 222 volte dal 9 Novembre 2018