Nov 13

Arcoveggio: le corse di giovedi' 15 novembre 2018

Ippodromo ArcoveggioFacoltose promesse e TQQ. Scongiurata la serrata e gratificata da buone notizie romane, l’ippica bolognese propone un giovedì di gran pregio grazie a puledri dal ricco presente e dal roseo futuro impegnati in uno spettacolare trial di preparazione al ricco Premio Mipaaf che, dopo le manche di qualifica previste per il 24 e 25 novembre, metterà in palio ben 440.000 euro nella finale napoletana del 9 dicembre, mentre in chiusura di convegno diciassette anziani di lungo corso daranno vita all’handicap sulla media distanza abbinato alla scommessa TQQ.

Curricula di spessore contraddistinguono i nove partecipanti al clou, con la finalista del fiorentino Premio Anact, Apple Wise As, in pole dietro l’autostart e pronta a rimediare alla rottura toscana con il fido Greppi alle redini, mentre la veneta Artemide Zack, precoce primatista della leva, porta in dote un brillante piazzamento ottenuto al Visarno e un'indiscussa regolarità di servizio, esaltata dalle morbide mani del lanciato Andrea Farolfi. Podio aperto a molti tra i candidati alla selettiva sfida felsinea, dalla progredita Akira, colori della Scuderia Mistero e guida di Massimo Barbini, alla migliore proposta del trotto bolognese Alissa Trio, reduce da un tris vittorioso e candidata alla prova in rosa del Mipaaft, mentre incuriosisce la presenza della scandinava My Sweden, allieva del finnico Ari Rantanen, un maestro con le giovani leve e creatore di campioni del livello di Mago D’Amore, Owens’ Club, Owen Cr etc.

Tre nastri dividono i partecipanti alla TQQ, con l’estrema penalizzata Troppo Bella in grado di risalire le fila dello schieramento per ascriversi un’altra vittoria dopo quella conseguita, sempre in coppia con Alessandro Gocciadoro, poche settimane fa proprio su questa pista, mentre l’elenco degli aspiranti alle piazze parte dagli avvantaggiati Ollowin Rl, Tittipul e Socrate Benal, prosegue con gli inquilini del secondo “anello” Oro Fks, Ulena Gual e Student Of Life, per chiudere con Something, al via da quota meno 40 metri ed al rientro da febbraio dopo un 2017 di gran livello.

Alle 15.30 il primo appuntamento pomeridiano con i due anni, doppio chilometro inedito per i più e pronostico tutto per l’invitta Amber Prad, giovane promessa di Alessandro Gocciadoro che dopo il vittorioso debutto in 1.14.7 ambisce alla replica prima di cimentarsi in prove di spessore “classico”, trovando sulla sua strada inespressi ma stimati performer come Asterix Grif, Anita Capar e Aura Club Mail, rispettivamente interpretati da Giuseppe Lombardo Jr, Ari Rantanen e Salvatore Cintura.

Alla seconda scenderanno in campo i gentleman abbinati a otto cadetti capeggiati da Vasco De Gama, Verace Key e Volpelli, atout di peso per Giancarlo Moretti, Matteo Zaccherini e Nicola Del Rosso.

Lettera Zeta in sequenza alla terza e quarta, alla prima apparizione in pista plebiscito per Zalie Gar con Gocciadoro e podio nelle corde delle coppie Zoe And Glory/Vecchione e Zebra Crossing/Andrea Farolfi; medesimo leader nel prosieguo, con il “Goccia” alle redini di Zaire Wise As, aitante erede del sire scandinavo Maharajah, decisamente preferito al giornaliero Zero Nof come a Zayk Malik, pedine di Edoardo Baldi e Roberto Vecchione, per chiudere la disamina con Upper Trio, Unika e Sing Sing Gk, possibili protagonisti della quinta.

Appuntamento successivo domenica 18 novembre alle 14.30

Questa news è stata letta 379 volte dal 13 Novembre 2018