Nov 19

Montegiorgio: resoconto di domenica 18 novembre 2018

Ippodromo di MontegiorgioPeace of Mind vince il Palio dei Comuni. Cavallo, guidatore e scuderia che vince non si cambiano è la parola d’ordine di Monte Urano, che la netta affermazione di Peace of Mind della scuderia Leonardo Cecchi e Alessandro Gocciadoro regalano la seconda vittoria consecutiva (avevano vinto anche il Palio del 2017) a Monte Urano. Ma questo è il terzo palio per Monte Urano, che aveva vinto anche nel 1998. «Goccia, Goccia» hanno urlato dagli spalti per poi invadere la pista per farsi selfie con il cavallo vincitore e abbracciare Alessandro Gocciadoro.La finale ha visto subito in testa Peace of Mind che ha difeso la leadership fino al traguardo. Peace ho Mind ha dominato la finale per tutti i 1600 metri. Il commento caldo di Alessandro Gocciadoro:«Una volta al comando è stato tutto facile». Seconda piazza per Stella di Azzurra, portacolori di Rapagnano, che lo ha rincorso per tutto il tracciato. Vanesia Ek, che correva per Gualdo Tadino, era tra gli inseguitori e alla fine ha guadagnato la terza piazza. Santiago d’Ete , per Ripatransone, arriva quarto e Shiva Ferm, per Montecatini, quinta.

La grande festa del Palio dei Comuni continua ad ammaliare e a stupire pur dopo trent’anni. Un pubblico incredibilmente numeroso (circa 10.000 presenze) e una atmosfera di festa e agonismo. Gli appassionati dell’ippica non hanno fatto mancare la loro attenzione, il gioco ha segnato un aumento del 30%. Inoltre Miss Italia Carlotta Maggiorana ha reso più magica la serata entrando in pista seduta in una stupenda carrozza trainata da quattro cavalli.

L’evento è una grande kermesse popolare, dove ci sono spettacoli per tutti i gusti e tutte le età. Ci saranno stand enogastronomici, con la possibilità di fare assaggi e di acquistare. I comuni hanno avuto la ghiotta occasione di approfittare degli spazi dell’ Ippodromo San Paolo per promuovere il proprio territorio, le proprie bellezze, i propri prodotti e gli eventi che li caratterizzano. E’ stato come aprire una finestra sulla nostra regione e sui comuni partecipanti di Umbria, Abruzzo e Toscana. Per molti è stata una domenica ricca di scoperte. Dietro al palio c’è la tradizione medioevale, il bello del campanilismo e la magia di stare insieme una domenica, magari con tutta la famiglia per lasciarsi trasportare in un modo anche un po’ magico.


LE TRE BATTERIE DEL PALIO
Nella prima batteria del Palio del Palio dei Comuni i due favoriti non smentiscono i pronostici. Si impadroniscono della corsa dalla partenza con Stella di Azzurra davanti a Valchiria Op. Quest’ultima ha provato a battere Stella di Azzurra che si è difesa bene ed ha vinto. Terzo a distanza Unno del Duomo.

Nella seconda batteria del Palio dei Comuni scatta subito al comando Vanesia Ek su Pantera del Pino, primo giro rallentatore e poi ultimo chilometro forte con Vanesia Ek che mantiene il vantaggio su Pantera del Pino. Terzo in foto Santiago d’Ete su Una Bella Gar.

Nella terza batteria del Palio dei Comuni arriva la sorpresa. L’outsider Satanasso Fi scatta subito al comando e si rende intangibile davanti ai favoriti Peace of Mind e Suerte’s Cage.

Questa news è stata letta 242 volte dal 19 Novembre 2018