Nov 30

Arcoveggio: le corse di domenica 2 dicembre 2018

Bologna TrottoDomenica tra cadetti e Tris/Quartè/Quintè. Il mese di dicembre apre in grande stile sotto le Due Torri, con la prima delle nove giornate in programma dedicata ai grandi direttori d’orchestra e contrassegnata da proposte dalla spiccata caratura tecnica, con i cadetti protagonisti del clou, i velocisti anziani di un miglio dallo stringato campo partenti ma dall’elevato equilibrio tattico, mentre in chiusura andrà in scena la Tris/Quartè/Quintè, un handicap sulla media distanza riservato a 14 soggetti di 5 anni e oltre.

La disamina del convegno festivo parte dalla prova a maggior dotazione, con 6 esponenti della leva 2014 chiamati a misurarsi sulla distanza allungata e con la partenza ai nastri, sfida che ha nelle lady Violet Vik e Vikinga Di Pippo, rispettivamente affidate a Pisacane e Giuseppe Pistone, due serie candidate alla vittoria, anche in virtù della favorevole collocazione d’avvio al primo nastro, mentre tra i penalizzati spicca la forma al top di Van Helsing Font, recente vincitore di tqq con alle redini il lanciato Andrea Farolfi, senza trascurare la duttilità di Vodka Bay, eccellente proposta targata Luca Lovera .

Provetti miler incrociano le forme nel sottoclou: anche qui, campo partenti ridotto ma spiccate individualità in vetrina, su tutte la lesta Saga Dei Venti, affidata a Giuseppe Lombardo Jr, ed il lombardo Tamboss, regolare e veloce allievo di Max Castaldo, in leggero sottordine Triska Cagemar e Vamorgea Dei Rum, chance residuali affidate a Sheridan Treb e Uhurukenyatta, mentre la TQQ è caratterizzata da un estremo equilibrio, con il primo nastro a recitare la parte del leone grazie a Twig Zac, Tampere e Ulisse Ll, senza peraltro trascurare i penalizzati Ulena Gual e Oscar Benal e l’oggetto misterioso, Laurentius Romeo, alla sua prima uscita in terra emiliana.

Alle 14.50 toccherà ai giovani virgulti aprire il palinsesto, con due giri di pista da percorrere e dieci contendenti al via, pronostico complesso ma con basi solide in ottica podio rappresentate dal progredito allievo di Sandro Capenti, Adam Krby Col, e dalla facoltosa deb di Max Castaldo, Anguria Jet, piaciuta in occasione della prova di qualifica, mentre la griffe dei Greppi, rappresentata da Azteco e Argo, va a caccia di compensi unitamente a Azimut Grif, altro debuttante dalla regale genealogia.

Alla seconda, Zawadi e Vp Dell'Annunziata in cima alle preferenze per la forma della regale erede di Defilè, nonché sorella del recorder Louvre e la classe cristallina del catch di origine campana; podio nel mirino per Zoe Risaia Trgf e Andrea Farolfi, preferiti allo stacanovista Zwelteg As. Gentleman e cadetti dall’eccellente ruolino di marcia alla quarta corsa, altra sfida sul miglio che Filippo Monti tenterà di riportare in sediolo al suo Vulcanus Etoile, preferito al rodato portacolori di Michela Rossi, Veronese, ed ai plurivincitori Vanda La Guapa e Verace Key, sui quali salgono il siculo Peralta e il felsineo doc Michele Canali, quest’ultimo impegnato tra i professionisti alle redini del suo Potter Jet, probabile favorito della quinta sul toscano di Edoardo Baldi, Silver Fox e sul passista Tayron Grad.

Appuntamento successivo giovedì 6 dicembre alle 15.30

Questa news è stata letta 277 volte dal 30 Novembre 2018