Dic 21

Arcoveggio: resoconto di giovedi' 20 dicembre 2018

Ippodromo ArcoveggioUna TQQ combattuta premia Ronaldo Grad. Scongiurato il rischio neve, l’Arcoveggio ha messo in scena un divertente convegno di corse in un giovedì ricco di ospiti e caratterizzato dal canonico format che prevedeva la TQQ in chiusura di pomeriggio ed un corollario tecnico di tutto rispetto. Show in apertura per il declassato Odinga nella sfida riservata agli aspiranti allievi, con il dieci anni guidato da Carmine Piscuoglio facile vincitore in un pregevole 1.15.5 davanti al trascurato Sanrunner e a Unika, rispettivamente affidati a Ferrante Jr e a Giusy Savarese, mentre alla seconda, Gocciadoro uber alles grazie alla strapotere atletico di Zanzibar Wise As, il tre anni di casa Rescio che in 1.15.5 ha lasciato ad ampio margine il positivo Zaffiro Trio e l’iniziale battistrada Zar Slm. Arrivo a sorpresa alla terza corsa, un miglio per due anni di buona levatura che Amazon Font ha vinto in open stretch ben coadiuvato da Beppe Lombardo Jr, beffando di misura il nuovo allievo di Gocciadoro Adolf Indal, leader sin dal via e pericolosamente avvicinato anche da Amada’s Cage, ed alla quarta, ancora la leva 2016 in vetrina e match targato Jet tra Artemisia e Acacia con quest’ultima, guidata da Flavio Martinelli per il training di Tiberio Cecere, preminente in 1.18.7 sulla compagna di paddock e colori affidata ad Antoio Di Nardo, mentre Adam Krby Col ha conquistato un meritato terzo posto. Il duopolio Gocciadoro/Di Nardo e il previsto match tra i loro Viator Caf e Vickng Trebì ha subito un altro traumatico stop alla quinta corsa, handicap sulla media distanza riservato ai quattro anni falcidiato da ben 8 rotture e vinto a quota choc di 68/1 dal carneade Vancouver Ongi, allievo di Marco Basile, che nonostante la gravosa penalità, è emerso sulle superstiti Violet Vik e Violet in 1.16.6 , mentre alla sesta, Gocciadoro e l’emigrante di ritorno Zambesia Dany ai vertici del pronostico e all’epilogo doppietta per il driver emiliano e primo successo in carriera per la statuaria erede del grande Varenne che in un “normale “ 1.17.9 ha preceduto la leader della prima ora Zirkovia Cis ed Zapiro La Sol. Fine pomeriggio in compagnia dei 18 protagonisti di una tqq che sembrava disegnata su misura sulla declassata Ultimaluna Grif, giumenta dal passato altisonante e dal presente a casa Gocciadoro, team del momento mattatore su tutte le piste della penisola che però, alla prova dei fatti ha deluso i suoi sostenitori finendo a tabellone, mentre un ritrovato Ronaldo Grad, al via da quota 2480 e guidato con la consueta grinta da Roberto Vecchione, ha dapprima debellato le strenue resistenze di un sorprendente Laurentius Romeo per poi affermarsi in 1.17.6 e con un paio di lunghezza di vantaggio sull’avversario affidato a Marco Basile , mentre Pedro Almodovar ha conquistato il terzo gradino del podio sugli specialisti Trivet Cash e Monte Fato, avviatisi rispettivamente dal terzo e secondo schieramento. Fuori dai giochi l’attesissima favorita assieme ad altri sette compagni di sventura, tutti squalificati per rottura, le quote hanno premiato con soli 65 euro i vincitori della tris, con 246 i possessori del ticket quartè e con 2022 i bravi pronosticatori della quintè.

Prossimo appuntamento domenica 23 dicembre.

Poi corse anche giovedì 27 e domenica 30 dicembre, sempre allietate da una degustazione del ciclo "Piccoli piaceri e golosità", dopo la 5a corsa presso il bar della Tribuna.

Corse & degustazioni anche nelle prime date di gennaio: il giorno di Capodanno, poi giovedì 3 e lo straordinario pomeriggio di sabato 5 con la Tris/quartè/quintè, ottimo "antipasto" per il

GRAN PREMIO DELLA VITTORIA che si correrà domenica 6 gennaio, con la festa della Befana per i bambini a corollario.

Questa news è stata letta 254 volte dal 21 Dicembre 2018