Dic 24

Arcoveggio: resoconto di domenica 23 dicembre

Arcoveggio BolognaAll’antivigilia di Natale è già festa per Filippo Monti. Gentlemen in festa all’Arcoveggio per una domenica dedicata allo sport ippico e alla solidarietà, con la Finale del Trofeo Croce Rossa a calamitare le attenzioni, dapprima con le tre batterie di qualificazione programmate sul miglio, ed in fondo al pomeriggio con la Finale, sfida alla quale hanno avuto accesso i primi 4 classificati delle eliminatorie, divisi in tre nastri e impegnati sulla distanza del doppio chilometro. Orfana di un potenziale protagonista come Peter Pan Gso, a segno 24 ore prima a Treviso e tenuto prudenzialmente a riposo dal suo entourage, la manche d’apertura ha promosso all’appuntamento di fine pomeriggio i trascurati ( al betting) ospiti toscani Sioux dei Greppi e Gianluca Guasti, autori di accorto percorso all’estrema attesa dietro ai duellanti Rublo Dei Greppi e Uppercut Si, per poi scattare e vincere in 1.16.0 davanti a Resole Matto allo stesso Rublo e a Salsa Piccante, con Lago, Miniero e Della Maggiore mentre alla successiva uscita, vittoria meritata per i favoriti Tyl Etoile e Filippo Monti, spettatori della diatriba intercorsa tra i compagni di griffe Radenska e Putnik D’Aghi e solitari sul palo in un brillante 1.14.5 su Taormina Mail, Velina Jet e Veronese. Finale che inizia a prendere corpo ma per la stesura definitiva manca il risultato della terza prova, quella deputata a concedere i pass per il primo nastro e che ha visto un lungo conciliabolo in giuria prima di convalidare l’ordine d’arrivo, con Star Grif Italia e Luigi Bertolino vincitori con “macchia” per una presunta scorrettezza ai danni di un avversario e alle loro spalle Ulisse Ll e Andrea Orlandi su Ustinov De Mille e Nicola Del Rosso, quarti Ontario Regal e la jockette Lucia Pasqualini, il tutto in 1.17.0 per la giumenta allenata da Alessandro Raspante e da qualche mese di proprietà del giurista di origine sicula. Esaurita momentaneamente la parentesi riservata al Croce Rossa, il testimone è passato ai tre anni con la delusione per i numerosi sostenitori della favorita Zarina Bi, solo terza all’epilogo dietro allo scatenato leader Zodiaco Matto e al tenace Zemellino con il vincitore, improvvisato da Simone Ammannati in sostituzione del rinunciatario Angeloni, miglio chiuso in un ragguardevole 1.16.3, mentre alla quinta i veneti Otello Zorzetto e Virginia Baba si sono imposti di misura al pregevole ragguaglio di 1.15.6 su Vicory Ru Trebì e Vitamina. Sesta nel segno di Nicola Del Rosso e Zigulì Dei Greppi, vincitori in 1.15.6 nei confronti di Zumba Pizz e Zen Baggins e degno prologo della finale del Trofeo Croce Rossa, l’handicap di fine giornata che ha dovuto registrare tre defezioni, quelle di Rublo Dei Greppi, Taormina Mail e Veronese, premiando la maggior caratura atletica di Tyl Etole, home’s made di casa Monti che il Campione Italiano Filippo ha interpretato da par suo sbaragliando la concorrenza dopo corsa d’attacco e affermandosi in solitudine e al siderale ragguaglio di 1.14.4, nei confronti dei compagni di nastro Salsa Piccante e Daniele Della Maggiore con il ritrovato Ulisse Ll ed il suo proprietario Andrea Orlandi sul terzo gradino del podio.

Prossimo appuntamento giovedì 27 dicembre, con un'altra Tqq, inizio corse alle 15.30.

Questa news è stata letta 305 volte dal 24 Dicembre 2018