Dic 28

Arcoveggio: le corse di domenica 30 dicembre

Ippodromo ArcoveggioIl 2018 saluta in grande stile Il 2018 si chiude con il botto all’Arcoveggio grazie a proposte tecniche di spessore su cui spiccano il clou riservato ai due anni ed un miglio per anziani ricco di prestigiose individualità, il tutto inserito in un palinsesto che dalle 14.50 sino a pomeriggio inoltrato proietta il trotter bolognese ai vertici della programmazione del trotto nazionale.

In nove al via sui due giri di pista, i protagonisti del centrale felsineo, collocato come quinto appuntamento, daranno vita ad una sfida equilibrata e dall’esito cronometrico di valore assoluto grazie alla eccellente qualità dei partecipanti su cui spiccano soggetti dal promettente futuro come la veneta Audrey Effe, che Walter Zanetti affida alle abili scelte di Andrea Farolfi, o il velocista Alex Mede Sm, atout della inossidabile connection Ehlert/Vecchione, mentre il team Gocciadoro presenta Ares Caf delegando Antonio Greppi al ruolo di interprete in luogo del lanciatissimo Alessandro, contemporaneamente impegnato a Parigi nel Prix de Bourgogne con la primaserie Trendy Ok.

Brillanti e esperti specialisti del miglio incrociano le forme nella sesta del pomeriggio, sfida che saluta le future mamme Procella Marina e Papalla prossime alla pensione dopo anni di onorata e prestigiosa carriera, mentre il pronostico privilegia la freschezza atletica del neoanziano Vernissage Grif, con il suo mentore Lorenzo Baldi alle redini e la velocità di United Roc, ex primaserie oggi in versione Vp e ben situata al due dello schieramento, con gli ospiti toscani Ursus Caf e Ubertà Dei Venti in grado di recitare ruolo di assoluti protagonisti coadiuvati tatticamente dal talento di Antonio Greppi e di Roberto Vecchione. Il pomeriggio si apre nel segno dei due anni, tutti e 13 alla ricerca del primo successo in carriera con Ape San e Marco Stefani in grado di inscenare fuga vincente contro agguerriti binomi tra cui spiccano quella formato dalla qualitativa Akela Play e dall’antesignano dei catch driver 2.0 Beppe Lombardo Jr e da Antonietta Ama e Roberto Vecchione, con il deb Aspiratore da seguire con curiosità nelle mani del plurimpegnato Antonio Greppi. Agguerriti gentleman e solidi performer di 4 anni si daranno battaglia alla seconda corsa, miglio dall’incerto pronostico che regalerà spettacolo, con Van Dick Bi e Mauro Biasuzzi in probabile fuga e il duo Valencia Grif/Zaccherini a pressare sin dalle prime battute di gara, mentre il campione nazionale Filippo Monti salirà sul regolarista Valez candidandosi al ruolo di terza forza e Viperina Spin ci proverà assieme al suo esperto partner Stefano Paladini, alla terza, match tra Zero In Condotta e Zumba Bi, in guide, Cesare Ferranti vs Mauro Biasuzzi in versione professionista e con Zajron Spritz e Pistone minacciose alternative in ottica vittoria. Folla in pista e ed un paio di soggetti a salutare l’attività agonistica contraddistinguono la quarta corsa, miglio che in linea teorica rappresenta l’ultima recita agonistica di Luster Sf e Perla di Roberto, offrendo al maschio di Alessio Vannucci una favorevole occasione per chiudere in bellezza nonostante la minacciosa presenza della marchigiana Ulfa e la buona collocazione tattica della toscana Usa Light, guidate rispettivamente da Davide Angeletti e Manlio Capanna, mentre alla settima, Pannonica tenterà di congedarsi dal’agonismo vincendo dallo start un handicap che pare disegnato su misura dell’unica penalizzata in gara, la brillante Teodora Lans, che Holger Ehlert affida come da contratto a Roberto Vecchione, anche quest’anno sul podio nazionale con oltre 200 successi, mentre Sunnyz e Davide Angeletti e il decaduto Uragano dei Lady con Emanuele Ossani sono i candidati ideali al podio bolognese.

"Piccoli piaceri & golosità" per tutti gli spettatori dopo la quinta corsa, come durante tutti i pomeriggi di corse di dicembre e inizio gennaio, fino al 5!

Questa news è stata letta 470 volte dal 28 Dicembre 2018