Apr 2

Arcoveggio: le corse di giovedi' 4 aprile 2019

corsa bolognaIl team Gocciadoro cala su Bologna. Il nuovo mese apre in grande stile lungo la via Emilia, con l’Arcoveggio ad ospitare un giovedì dalle eccellenti proposte tecniche su cui spiccano prove stringate nel numero ma ricche di individualità e la TRIS QUARTE’ QUINTE’, handicap sulla media distanza posta in coda al convegno, così da rispettare il format infrasettimanale del trotter felsineo. Nel nome del velocista Bilbob - veltro dalle frequenti apparizioni bolognesi a metà degli anni 80 - i sedici protagonisti della TQQ si sfideranno all’insegna del diffuso equilibri tattico, con un primo nastro agguerrito nel quale Titanium Tor e Maurizio Cheli si candidano al ruolo di battistrada e Pedro Almodovar e Osio a quello di attenti spettatori pronti ad intervenire nelle fasi finali, mentre scendendo a quota meno venti metri non passa inosservata la presenza del tenace Ronaldo Grad, che ritrova Roberto Vecchione e punta al bersaglio grosso, con l’elegante Roune Peste Tft ed il tenace Unique Rek a caccia del podio, rispettivamente guidati da Lorenzo Baldi ed Ale Gocciadoro.

Ai vertici nazionale già da due stagioni, il team Gocciadoro scende all’Arcoveggio con agguerriti intenti sin dal prologo, un miglio nel quale la giubba gialla della franchigia emiliana sarà rappresentata dall’erede di Varenne, Zambesia Dany, soggetto dal non facile impiego agonistico ma dalle facoltose doti atletiche, che troverà sulla sua strada le diligenti Zaira e Zuvetier Cc Sm, positivi atout per Vecchione e per il piemontese di stanza al Savio, Nicola Salacone.

Poi, ancora training griffato Gocciadoro e guida del gentleman Zaccherini per il favorito Jody Dragon alla seconda, con il tedesco preferito ad Angelica Matto, con Rebecca Dami, e Aesir Selva, ospite lombardo che Mauro Baroncini affida al fratello Roberto.

Folla in pista alla terza corsa, un miglio riservato a soggetti di 5 e sei anni capitanati al betting, invero piuttosto aperto, dalla marchigiana Vittoria Mark, con Vp Dell'Annunziata alle redini sulle coppie VisyPan/Michela Rossi, Victor Leo/Antonio Greppi e Vinsanto/Sandro Miraglia, mentre alla quarta giovani ed ambiziosi prospetti di tre anni incroceranno le forme in un contesto omogeneo ed aperto alle più svariate soluzioni, dal coast to coast di Attenti Al Lupo, ospite toscano interpretato dal richiesto Vp, al pressing dello statuario A Modo Mio Bi, carta Baroncini e regia tattica di Andrea Farolfi, senza trascurare le decantati doti di Akela Play, inviata del team Congiu con Andreghetti mano armata per la prestigiosa giubba della No.Ma Farm.

Nel segno dei “pochi ma buoni" anche la quinta corsa, Gocciadoro “uber alles” grazie a Zaire Wise As e podio nel mirino di Zonda Cup e Zonk di Girifalco, per chiudere la disamina con i dieci anziani partecipanti alla sesta corsa ed il composito duo Surya Grif/Cangelosi in grado di risolvere la contesa nel gradito clichè all’avanguardia su Ser Giti e Conigliaro, terze forze, Vulux Verynice e Roberto Vecchione.

Questa news è stata letta 798 volte dal 2 Aprile 2019