Ho dimenticato la password

Mag 22

Capannelle Galoppo: Bentornato Derby Day

Ippodromo Capannelle galoppoDopo due anni difficili (nel 2020 il Derby slittò in piena estate, nel 2021 invece si disputò con una limitata presenza di pubblico per le ristrettezze imposte dalla pandemia), finalmente l’Ippodromo Capannelle è tornato a respirare la magica atmosfera dell’appuntamento ippico più atteso dell’anno: il 139° Derby Italiano Università Campus Bio-Medico di Roma. Uomini in abito elegante, signore con cappellini dalle fogge originali e variopinte, un’emozione incredibile da vivere una volta all’anno per tutti gli appassionati, ma non per il cavallo, perché il Derby si disputa solo una volta nella vita, a 3 anni. Poi mai più. È la magia di questa fantastica corsa che che mette in palio non solo un nome nell’albo d’oro ma anche un posto nella storia.

Il momento clou di questo indimenticabile pomeriggio all’Ippodromo Capannelle scocca alle 17.40, quando le gabbie dell’Ippodromo si aprono per i 15 protagonisti del 139° Derby Italiano di Galoppo Università Campus Bio-Medico di Roma.
Alla fine di un Derby intensissimo, animato fin dalla vigilia dal duello italo-tedesco tra il pupillo della Razza Dormello Olgiata e l'ospite tedesco della Darius Racing, già vincitore sulla pista del Berardelli a due anni, è Ardakan, sgusciato all'interno di Tempesti, a trionfare e aggiudicarsi il Nastro Azzurro. Bisogna dare merito a Clement Lecoeuvre, freddo e abile a cogliere un varco allo steccato lasciato aperto dall’avversario italiano, partito forse troppo presto. Alle loro spalle Frozen Day, animatore della corsa, buon terzo davanti a Emperor of Love, con la sorpresona Lohengrin a chiudere il quintè.

Per quanto riguarda le principali altre corse di giornata, nel PREMIO CARLO D'ALESSIO, corsa riservata agli anziani sulla distanza classica dei 2400 metri, a spuntarla è Atzeco, leader fin dal via. Ai 400 finali sembra visivamente preda dei suoi più immediati inseguitori, Brigante Sabino e Neileta, ma in sella ha SuperDario Vargiu, il quale aspetta di farsi venire addosso gli avversari, per ripartire di slancio lasciando dietro al traguardo lo stesso Neileta e Brigante Sabino al terzo posto.
Nel PREMIO TUDINI REGIONE LAZIO, gruppo III per cavalli di 3 anni e oltre sulla distanza di 1200 metri, Agiato (Bated Breath), dopo la vittoria nell'autunnale Aloisi, firma anche la corsa gemella primaverile, sbucando magicamente nel furlong conclusivo al centro dello schieramento per sopravanzare Raifan, Ghepardo da Todi e Collinsbay. I Commissari, prontamente intervenuti di autorità, hanno distanziato dal secondo al terzo posto il cavallo Raifan, reo di aver allargato verso l'esterno danneggiando Ghepardo da Todi.
Infine il PREMIO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA LP ROMA BOUTIQUE LEGALE & PROFESSIONALE, summit per gli anziani di 4 anni e oltre sui 1800, un altro arrivo strabiliante con ben quattro concorrenti in lotta per la vittoria fino al tratto conclusivo. Alla fine la stoccata ferale la piazza Cantocorale, montato da Antonio Fresu, implacabile giustiziere di Flag's Up, Frozen Juke e del compagno di allenamento Cima Emergency.

L’evento organizzato con impegno e meticolosità da Hippogroup Capannelle ha richiamato nel corso del weekend un fiume ribollente di passione, migliaia di persone attratte non solo dal prestigio delle corse in programma domenica, ma anche dai tanti eventi collaterali: «È stato un lavoro lungo ed estenuante ma oggi possiamo sorridere orgogliosi guardando i risultati ottenuti - ha commentato l’ing. Elio Pautasso, amministratore delegato di Hippogroup Roma Capannelle, al termine della lunga domenica del Derby Day -. Già lo scorso 1 maggio, giornata dedicata alle Ghinee Italiane, quasi 10.000 persone erano accorse a Capannelle. Stavolta abbiamo addirittura superato quel lusinghiero traguardo arrivando a toccare le 12.000 presenze. Una testimonianza che la strada da percorrere è quella giusta e noi continueremo a lavorare in questa direzione per assicurare ai tanti appassionati di ippica, ma anche alle famiglie e ai bambini, il massimo del comfort e del divertimento».

Tanti gli ospiti d’onore accorsi all’invito di Capannelle, a partire da Sagitta Alter, la moglie di Gigi Proietti e la figlia Carlotta, intervenute per vivere questo entusiasmante Derby Day. Quindi il grande Ninetto Davoli, personaggio cult del cinema pasoliniano, e l’attore Massimo Reale. Inoltre un grande personaggio dello sport, il leggendario Andrea Degortes, detto Aceto, pezzo di storia del Palio di Siena che il leggendario fantino sardo ha conquistato ben 14 volte (su 58 partecipazioni), solo una di meno rispetto al record detenuto ex aequo da Bastiancino e dal Gobbo Saragiolo.
E per concludere figure istituzionali tra cui il Sottosegretario di Stato al Mipaaf Sen. Francesco Battistoni, il Presidente della Commissione Sport di Roma Capitale Ferdinando Bonessio, il politico e giornalista Italo Bocchino, ex Deputato e attuale direttore editoriale del Secolo d’Italia, l’ex Assessore allo Sport del Comune di Roma, attuale vice capo Gabinetto del Ministro delle Politiche giovanili Daniele Frongia.

GLI EVENTI COLLATERALI
Già da venerdì 20 il Villaggio Horse Green Experience presso l’area tribune dell’Ippodromo Capannelle ha ospitato un cartellone ricco di spettacoli e divertimento, con area espositiva, gastronomia del territorio, animazione, musica e spettacoli equestri e attività di contatto con il cavallo.
E poi l’appuntamento ormai consueto con il Mercatino Giapponese, un percorso unico tra i suoni, i profumi e le atmosfere tipiche del Sol Levante: un’area market con oltre 100 espositori, laboratori e workshop, dimostrazioni di arti marziali, spazio bimbi, un arcade game corner, lo spazio wellness e naturalmente una food area made in Japan a rendere indimenticabile la giornata alle corse.
Ph. Domenico Savi

Questa news è stata letta 456 volte dal 22 Mag 2022