Ho dimenticato la password

Dic 16

Arcoveggio: resoconto di giovedì 15 dicembre

Ippodromo BolognaUn pomeriggio dalle numerose proposte tecniche, impreziosito dalla presenza di alcuni dei migliori driver del panorama nazionale, ha caratterizzato il convegno di corse andato in scena giovedì 15 dicembre all’ippodromo di Bologna. La giornata è stata aperta da un confronto riservato ai due anni vinto da Eva Big e Gianni Targhetta, che in 1.17.8 hanno preceduto Elmar e Esteban. Nella seconda sfida della giornata Manuel Pistone e Dominio Av hanno rispettato le previsioni della vigilia battendo, dopo percorso di testa chiuso in 1.16.6, i comunque validi Jeoffrey e Dagranit Dipa. Il pomeriggio ha regalato medie di tutto rispetto anche nel prosieguo, con la vittoria (la seconda in sequenza) di Encantador Laksmy e Lorenzo Baldi che in 1.15.9 hanno preceduto Estelle Matto e Eolo Op. Alla quarta corsa rilevante primo piano per il transalpino General Job, leader inizialmente nei confronti di Banca Italia San e sicuro lungo il percorso completato alla media di 1.16.3, secondo posto per Brando Trio e terzo per Bowie. Il confronto a maggior dotazione del pomeriggio, un miglio per cavalli di quattro anni (con i rinunciatari Cobra e Clara Risaia Trgf a ridurre a otto il novero dei contendenti) è stata una sfida vissuta nel “tentativo di fuga” di Cesare Amg fallito solo in prossimità dell’arrivo, quando una precisa Cristal Trio in 1.15.1 ha ghermito il quattro anni guidato da Davide Di Stefano, regalando così il successo al driver modenese Marco Stefani. Tre anni in pista alla sesta manche caratterizzata da numerose “rotture” e l’immediata replica ad un recente successo della sempre più convincente Dididdi Effe, in testa sin dalle prime battute di gara e poi preminente in 1.16.6 nei confronti di Dreamer Bi e di Diamante Trio. L’evento dal maggior carico emozionale del giovedì, andato in scena alla settima corsa -abbinato alla scommessa Tris Quartè-Quintè- ricordava Eros e Cristina Martelli e ha visto il successo degli attesi Borg Grif e Alessandro Gocciadoro. Il driver emiliano ha accompagnato il suo allievo ad una difficile risalita, per poi battere in open stretch il fuggitivo Atos Dei Veltri, con Vaomar al terzo posto davanti ad Azalea Jet e a Balsamo Leone. Nessun vincitore della Quintè ma ricco ticket per la Quartè, a quota 960 euro e buon risalto della tris, che ha regalato oltre 260 euro agli appassionati.

Questa news è stata letta 105 volte dal 16 Dicembre 2022